Phone Mail
[X]

Policy Fondo di Compensazione degli Investitori

Broker
regolamentato
Autorizzazione n. 227/14 I più elevati standard di sicurezza
Accademia
di Trading

Policy Fondo di Compensazione degli Investitori

I. INTRODUZIONE

Leadtrade Markets Ltd (“la Compagnia”) è un membro del Fondo di Investimento degli Investitori (il “Fondo”) per i Clienti di Società di Investimento di Cipro (CIF) e altre Società di Investimento (IF) che non rappresentano istituzioni di credito, istituite ai sensi della Legge sulle Società di Investimento del 2002, modificata e sostituita dalla Legge 144(I)/2007 (la “Legge”) e della Creazione e Gestione di un Fondo di Compensazione degli Investitori ai sensi della Legge sulle CIF del 2001.

Il Fondo è un’entità legale privata la cui amministrazione è esercitata da una Commissione Amministrativa composta da 5 membri nominati per un periodo di tre anni. Il Fondo si prefigge di garantire i reclami dei clienti contro i membri del Fondo attraverso compensazione di reclami relativi a servizi erogati dai suoi membri, se i membri non dovessero essere in grado di rispettare gli obblighi accertati.

Tutte le CIF e le IF che non siano banche, hanno l’obbligo legale di aderire al Fondo.

Ciascuna compensazione nei confronti del clienti da parte del Fondo di Compensazione degli Investitori non può superare i 20.000 EURO. Ciò si applica ai reclami cumulativi dei clienti nei confronti della Compagnia.

II. CLIENTI DESTINATARI

Il Fondo si rivolge ai clienti della Compagnia, fatta eccezione per quelli che appartengono alle categorie che seguono:

a. le seguenti categorie di investitori istituzionali e professionali:

  1. IF
  2. entità legali associate con i membri del Fondo e, in generale, appartenenti allo stesso gruppo di aziende
  3. banche
  4. istituti di credito cooperativo
  5. compagnie assicurative
  6. organizzazioni collettive di investimento in titoli trasferibili e le loro società di gestione
  7. istituzioni di assicurazione sociale e fondi
  8. investitori definiti professionali dal membro, a seguito di richiesta

b. b. Stati e organizzazioni sovranazionali
c. autorità amministrative centrali, federali, confederali, regionali e locali.
d. aziende associate ai membri del Fondo
e. lo staff dirigenziale e amministrativo del membro del Fondo
f. azionisti del membro del Fondo, la cui partecipazione, diretta o indiretta, al capitale del membro del Fondo sia pari ad almeno il 5% del capitale azionario, o i cui soci siano personalmente responsabili degli obblighi del membro del Fondo, così come i soggetti responsabili della revisione finanziaria del membro del Fondo, come i suoi revisori contabili qualificati.
g. gli investitori che abbiano imprese collegate a un membro del Fondo e, in generale, a gruppi di aziende a cui il membro del Fondo appartiene, posizioni o obblighi elencati nei paragrafi (v) e (vi)
h. parenti di secondo grado o coniugi delle persone elencate nei paragrafi (v), (vi) e (vii), così come le terze parti che agiscono per conto di queste persone
i. Oltre agli investitori, i clienti investitori di un membro del Fondo responsabile degli eventi relativi a un membro del Fondo che gli hanno causato difficoltà finanziarie, o hanno contribuito al peggioramento della sua situazione finanziaria, o che abbiano tratto vantaggio da questi eventi.
j. Gli investitori sotto forma di azienda che, a causa delle dimensioni della stessa, non sono autorizzati a redigere un bilancio conformemente alla normativa aziendale o a una legislazione corrispondente di uno stato membro. Nei casi elencati nei paragrafi (e), (f), (g) e (h), il Fondo sospende il pagamento della compensazione informandone le parti, fin quando non verrà presa una decisione definitiva in merito all’applicabilità o meno a tali casi.

III. SERVIZI COPERTI

Sono coperti dal Fondo i seguenti servizi di investimento offerti dalla Compagnia:
a. Ricezione e trasmissione di ordini relativi ad uno o più strumenti finanziari
b. Esecuzione di ordine per conto dei clienti

I servizi finanziari in riferimento ai quali la Compagnia eroga servizi di investimento sono i quelli che seguono:
a. Titoli trasferibili
b. Strumenti mercato monetario
c. Quote in organismi di investimento collettivo
d. Opzioni, future, swap, accordi a termine sui tassi di interesse e ogni altro contratto derivato riferito a titoli, valute, tassi di interesse, a rendimenti o ad altri strumenti derivati, indici finanziari o misure finanziarie che possono essere effettuati fisicamente o in contanti.
e. Opzioni, future, swap, accordi a termine sui tassi di interesse e ogni altro contratto derivato riferito a materie prime che devono o possono essere eseguiti in contanti a discrezione di una delle parti (diversamente dal caso di inadempimento o di altro evento che determini la risoluzione del contratto).
f. Opzioni, future, swap, accordi a termine sui tassi di interesse e ogni altro contratto derivato riferito a materie prime che possa essere eseguito fisicamente a patto che siano scambiati su un mercato regolamentato o all’interno di un sistema multilaterale di negoziazione
g. Opzioni, future, swap, accordi a termine sui tassi di interesse e ogni altro contratto derivato riferito a materie prime che possa essere effettuato fisicamente e non menzionato al punto 6 della sezione III, che non abbia fini commerciali e che abbia le caratteristiche degli altri strumenti finanziari considerando, tra l’altro, se si tratta di un contratto compensato ed eseguito attraverso organismi di compensazione riconosciuti o se è soggetto a regolari richieste di margini.
h. Strumenti derivati per il trasferimento del rischio di credito.
i. Contratti Finanziari per Differenza
j. Opzioni, future, swap, accordi a termine sui tassi di interesse e ogni altro contratto derivato riferito a variabili climatiche, tariffe di trasporto, quote di emissione, tassi d’inflazione o altre statistiche economiche ufficiali, quando l’esecuzione debba avvenire attraverso il pagamento di differenziali in contanti o possa avvenire in tal modo a discrezione di una delle parti (invece che in caso di inadempimento o di altro evento che determini la risoluzione del contratto), nonché altri contratti su strumenti derivati connessi a beni, diritti, obblighi, indici e misure aventi le caratteristiche di altri strumenti finanziari derivati, considerando, tra l’altro, se sono negoziati su un mercato regolamentato o all’interno di un sistema multilaterale di negoziazione, se sono compensati ed eseguiti attraverso organismi di compensazione riconosciuti o se sono soggetti a regolari richieste di margini.

IV. COMPENSAZIONE DEI CLIENTI E FOMARLITÀ DI PAGAMENTO

i. Inadempimento di un membro del Fondo nei confronti dei suoi investitori
Il Fondo provvede alla compensazione dei clienti in riferimento a reclami relativi ai servizi forniti dai suoi membri se l’inadempimento del membro è stato accertato in deroga agli obblighi del membro del Fondo, conformemente alla legislazione e ai termini che regolano il contratto con il cliente e indipendentemente dal fatto che l’obbligo del membro del Fondo dipenda dall’accordo o da un’irregolarità.
L’inadempimento di un membro del Fondo nei confronti dei suoi investitori consiste in:

  • Mancata restituzione ai clienti dei fondi a loro dovuti o da essi posseduti ma detenuti dal membro direttamente o indirettamente, nell’ambito dell’erogazione dei servizi, e di cui il cliente ha chiesto la restituzione nell’esercizio dei propri diritti.
  • Mancata consegna degli strumenti finanziari che appartengono ai clienti e che sono detenuti, gestiti o depositati sul conto del membro del Fondo, compresi i casi in cui il membro sia responsabile della gestione amministrativa di detti strumenti finanziari.

ii. Precondizioni per avviare una procedura di pagamento compensativo da parte del Fondo
Il Fondo avvia la procedura di pagamento compensativo:

  • Se il membro del Fondo inoltra al Fondo o alla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) una comunicazione scritta nella quale dichiara la sua inadempienza nei confronti dei suoi clienti
  • Se il membro del Fondo presenta una domanda di liquidazione
  • Se (CySEC) ha revocato o sospeso l’autorizzazione concessa al membro del Fondo per erogare servizi di investimento e constata che il membro del Fondo non si trova nella condizione di adempiere ai suoi obblighi nei confronti dei clienti nel futuro prossimo per motivi che non sono dovuti ad una temporanea mancanza di liquidità che possa essere affrontata immediatamente.

Il CySEC può chiedere ai membri del Fondo di pronunciarsi entro una scadenza a breve, non inferiore a tre giorni lavorativi dalla data di invito a pronunciarsi.

iii. Procedura per invitare i clienti destinatari a presentare la domanda
Dopo la decisione da parte della Tribunale o del CySEC, all’inizio del processo di pagamento della compensazione, il Fondo pubblica su almeno tre giornali con copertura nazionale un invito ai clienti affinché presentino reclamo nei confronti del membro del Fondo, designando la procedura per l’inoltro delle domande, la data di scadenza e il contenuto.

La pubblicazione deve contenere almeno:

  • il nome e l’indirizzo della sede centrale del membro del Fondo per il quale sia stato attivato il processo di compensazione della clientela attraverso il Fondo
  • la data di scadenza per la presentazione della domanda di compensazione, che non può essere inferiore a 5 mesi e superiore a 9 mesi dall’ultima pubblicazione
  • le modalità e l’indirizzo a cui inoltrare la domanda
  • l’indirizzo  tramite il quale gli investitori possono ricevere informazioni in merito al contenuto esatto della domanda da inoltrare, e ottenere il modulo fornito dal Fondo

iv. Interruzione della scadenza per l’inoltro delle domande
Nel caso in cui un cliente, indipendentemente dalla sua responsabilità, non sia stato informato dell’invito a inoltrare domanda di compensazione e non sia nelle condizioni di presentarla entro la data di scadenza, quest’ultima è sospesa se ciò è dovuto a causa di forza maggiore, a patto che sia stata provata la sua impossibilità di rispettare la scadenza per l’inoltro delle domande, o per la raccolta e l’inoltro delle informazioni richieste.
Gli elementi di impedimento di cui il cliente non è responsabile e che costituiscono motivo di interruzione della scadenza per l’inoltro della domanda di compensazione, sono rappresentati in principal modo da:

  • assenza provata del cliente, il quale si trovava all’estero per un periodo che include almeno la metà del periodo di scadenza per l’inoltro della domanda nei tempi previsti;
  • malattia confermata da un medico che rappresenti un grave impedimento per l’inoltro della domanda per un periodo di tempo che includa almeno metà del periodo di scadenza per l’inoltro della domanda; o
  • permanenza del cliente all’interno di un istituto correttivo per un periodo che include almeno la metà del periodo di scadenza per l’inoltro di una domanda nei tempi previsti.

Un cliente che inoltra la domanda per il pagamento della compensazione in ritardo ha l’obbligo di inoltrare, oltre alle informazioni minime richieste, una dichiarazione dei motivi a seguito dei quali non è stato in condizione di richiedere la compensazione per tempo, allegando i documenti necessari a provarlo.

v. Contenuto della domanda di compensazione inoltrata al Fondo
Le domande di compensazione con la quale i clienti effettuano il reclamo contro un membro del Fondo devono essere inoltrate al fondo per iscritto. La domanda di compensazione deve includere:

  • il nome del richiedente;
  • l’indirizzo, il telefono, il numero di fax e l’indirizzo email del richiedente;
  • il codice cliente che il richiedente ha ottenuto dal membro del Fondo
  • i particolari del contratto di servizi tra il Fondo e il richiedente;
  • la tipologia e l’importo del reclamo; e
  • i particolari a seguito dei quali il richiedente espone reclamo e riguardo agli importi dovuti.

Il Fondo può chiedere che la domanda contenga ulteriori informazioni comunicandone la richiesta con la pubblicazione su almeno tre giornali con copertura nazionale e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, e mettendo un catalogo contenente queste informazioni a disposizione degli investitori presso i suoi uffici e/o presso gli uffici del membro del Fondo.

vi. Procedura per la registrazione e la valutazione dei reclami accertati
Il Fondo nomina almeno un revisore qualificato e almeno un avvocato con competenze in materia di questioni relative al mercato dei capitali i quali, dopo aver verificato inizialmente i prerequisiti, valutano le richieste inoltrate al Fondo e raccomandano alla Commissione Amministrativa l’accettazione totale, parziale, o il rigetto delle stesse. In caso di disaccordo tra le due figure, ciascuna di loro inoltrerà una raccomandazione separata. La remunerazione delle due figure professionali è concordata tra il Fondo e detti soggetti ed è a carico dei membri del Fondo e, ove necessario, è pagata dal Fondo.

Le figure professionali, al fine di valutare le domande:

  • chiedono ai membri del Fondo di esprimere la propria opinione in merito alle basi dei reclami presentati e, in caso di dubbio, presentano la documentazione di supporto rilevante;
  • valutano le domande in base alle informazioni in loro possesso, stabilendo l’importo della compensazione per ciascun richiedente.

I soggetti, per portare a termine il proprio lavoro, hanno pieno accesso ai libri tenuti dai membri del Fondo e sono obbligati a rispettare la riservatezza dei dati rispetto a soggetti terzi, per le informazioni di cui vengono a conoscenza nell’esercizio dei propri doveri, ammesso che tale obbligo di riservatezza non sia violato al fine di consentire loro l’esercizio dei propri doveri.

vii. Decisione della Commissione Amministrativa in merito alle domande inoltrate
Dopo l’inoltro delle domande, la Commissione Amministrativa effettua controlli soprattutto se:

  • il richiedente rientra nella categoria dei clienti destinatari
  • la domanda è stata inoltrata in tempo
  • le condizioni legali e quelle della presente Policy per un valido inoltro delle domande di compensazione sono pienamente rispettate.

La Commissione Amministrativa rigetta la domanda nel caso in cui il richiedente non rispetti dette condizioni o se, a discrezione della Commissione Amministrativa, vi sia almeno una delle seguenti ragioni:

  • Il richiedente ha utilizzato mezzi fraudolenti per assicurarsi il pagamento della compensazione da parte del Fondo, specialmente nel caso in cui ha inoltrato documenti falsi;
  • il danno subito dal richiedente è derivato essenzialmente dalla concorrente negligenza o da errori effettuati a suo nome in relazione al danno subito e alla causa sottostante.

La Commissione Amministrativa, durante l’esame delle domande, prende in considerazione le raccomandazioni delle figure personali addette e decide sulle domande inoltrate al Fondo definendo l’importo della compensazione per ciascun cliente destinatario.

viii. Compensazione pagata senza giustificazione
Il Fondo può chiedere in qualsiasi momento il rimborso di una compensazione pagata al cliente se scopre, a posteriori, che ci sarebbe stata una buona motivazione per rigettare la richiesta.

ix. Definizione dell’importo della compensazione
Per valutare i reclami di un richiedente nei confronti di un membro del Fondo, e qualsiasi reclamo di risposta da parte del membro del Fondo, sono presi in considerazione i libri contabili e i particolari dichiarati dal membro del Fondo, insieme a qualsiasi altra documentazione prodotta dal richiedente.
L’importo della compensazione che può essere pagato a ciascun cliente è calcolato in base ai termini legali e contrattuali che governano la relazione tra il cliente e il membro del Fondo; è soggetto a regole predefinite che si applicano al calcolo dei reclami tra il cliente e il membro del Fondo.
La valutazione degli strumenti finanziari in relazione alla compensazione che può essere pagata al cliente è effettuata in base al loro valore nella data:

  • di pubblicazione della decisione da parte del tribunale
  • di pubblicazione della decisione da parte del CySEC

Il calcolo della compensazione pagabile deriva dalla somma di tutti i reclami del cliente nei confronti del membro del Fondo che si riferiscono a tutti i servizi erogati dal membro e indipendentemente dal numero di conti dei quali il cliente è beneficiario, la valuta e il luogo di erogazione dei servizi.
Se l’importo del reclamo definito ai sensi del presente Regolamento eccede la somma di ventimila Euro (20.000 EURO), il richiedente riceve come compensazione la somma forfettaria di ventimila euro (20.000 EURO)

x. Valutazione dei reclami dei clienti e processo di notifica
Dopo la valutazione, il Fondo:

  • pubblica un elenco dei clienti del membro del Fondo che beneficiano di una compensazione insieme all’importo di denaro che ciascuno ha diritto a ricevere, e lo comunica al CySEC e ai membri del Fondo entro cinque giorni lavorativi dalla pubblicazione; e
  • comunica a ciascun cliente interessato quanto ha concluso, non oltre quindici giorni dalla pubblicazione delle relazioni che determinano l’importo totale della compensazione a cui il cliente ha diritto.

Il CySEC, al fine di garantire il rispetto di quanto previsto dalla legislazione in vigore nella Repubblica durante l’esame delle domande e il calcolo dell’importo della corrispondente compensazione per cliente, può:

  • richiedere al Fondo, al membro del Fondo e al richiedente di produrre informazioni e particolari;
  • effettuare tutte le ricerche necessarie, mettendo in pratica quanto previsto della leggi del 2001 e del 2002 del CySEC (Creazione e Responsabilità), e applicando, in special modo la normativa che affida al CySEC il potere investigativo.

Il richiedente a cui il Fondo comunica l’importo totale della compensazione a cui ha diritto, nel caso in cui non sia d’accordo con la decisione del Fondo, ha il diritto di fare ricorso al CySEC entro dieci giorni dalla comunicazione della decisione, giustificando debitamente al CySEC il suo ricorso.
Nel caso in cui il CySEC, riscontrasse errori o imprecisioni nella valutazione delle domande da parte del Fondo e nella determinazione della compensazione per ciascun richiedente, prendendo in considerazione tutti i dati forniti dai richiedenti, può chiedere al Fondo di modificare l’importo e la decisione dovrà essere comunicata al Fondo entro 45 giorni dalla comunicazione delle relazioni sulle compensazioni dei beneficiari.

xi. Scadenza e procedure relative al pagamento della compensazione
Il Fondo è tenuto a pagare la compensazione a ciascun cliente richiedente entro tre mesi dall’invio al CySEC delle relazioni con i dettagli dei beneficiari della compensazione.
Il pagamento della compensazione da parte del Fondo è depositato in un conto bancario del cliente richiedente designato da quest’ultimo per iscritto.
Ciascuna compensazione pagabile a un cliente destinatario è inizialmente a carico del Fondo e corrisponde alle quote individuali dei suoi membri e agli asset della riserva fissa.

xii. Effetti del pagamento della compensazione
Il pagamento di ogni compensazione da parte del Fondo implica il pieno diritto alla surrogazione del Fondo nei diritti del cliente richiedente contro il membro del Fondo, per un importo corrispondente alla compensazione pagabile.

[ back to top ]
 

To keep trading with OptionsClick *“Agree” Please

* I accept all LTL’s (Leadtrade ) policies and terms and conditions